Maestre di asili nido e di scuole materne, camionisti, minatori. Tipologie di lavoratori al centro della trattativa in corso fra Governo e sindacati sull’aumento dell’età pensionabile. L’ipotesi è di passare dai 66 anni e 7 mesi attuali ai 67 a partire dal 2019. Il ragionamento dell’esecutivo è legato alle nuove stime Istat, che hanno allungato ancora l’aspettativa di vita dei cittadini. Si vive – e si lavorerà dunque – di più. Ma non per tutte le categorie di lavoratori. In questi giorni infatti è prevista la proposta del Governo sull’esclusione dell’aumento dell’età pensionabile per le categorie di lavori considerati «gravosi». La trattativa è in corso: il governo del premier Paolo Gentiloni punta a definire le categorie per poter poi fissare, con un emendamento alla legge di Bilancio, le coperture finanziarie alle deroghe, il cui costo dovrebbe superare il centinaio di milioni di euro l’anno.

Maestre, ferrovieri e operatori ecologici: l’elenco

Ma quali sono i lavori considerati gravosi? Si parla di una platea di lavoratori superiori alle 15mila unità. E al momento, salvo variazioni dell’ultim’ora, la lista comprende undici categorie che vi riportiamo.

…Continua a leggere…