Da qualche mese i dati dell’Istat sull’occupazione sono contrassegnati da un costante segno positivo. Una cammino lento, ma che finalmente sembra aver imboccato la strada giusta. Gli ultimi, relativi al giugno 2017, stimano un incremento dello 0,1% del numero di occupati, con un confortante record del numero di donne che lavorano.
Tuttavia, per avere una visione corretta delle tendenze in atto, è necessario analizzare anche altri fattori, come la qualità del lavoro che si crea. E la qualità del nuovo lavoro che si crea in Italia è mediamente non di eccelso livello: lo rileva il rapporto 2017 dell’agenzia Eurofond dell’Unione Europea, rilanciato da L’Espresso.

Questa tabella pubblicata sul sito del settimanale spiega la situazione meglio di mille parole:
…Continua a leggere…